• Liberati dal non amore per te stesso

    Tutti desideriamo essere felici, magari avere una relazione di coppia progettuale e stabile, vivere economicamente sereni, svolgere un lavoro che ci piace, realizzare un sogno, sentirci vitali e pieni di energia.

    Tutti noi cerchiamo il benessere mentale, fisico, esistenziale.

    Frasi come “ l’amore vince su tutto”, “ l’amore è potente”, “ l’amore risolve ogni cosa”. Belle parole, ma credo bisogna scenderci in profondità. Credo sia necessario osservarci ad un livello profondo, comprendere e accogliere tutte le nostre parti. Solo così, senza negarne alcuna, possiamo concederci di avviare il processo della trasformazione. Quella trasformazione possibile se ci diamo il consenso di prendere nuove decisioni.
    Dentro di te abita l’amore, il non amore, la verità, la menzogna, la libertà, il condizionamento, la creatività, la reattività, il giorno e la notte. E’ quando incontri la Tua Persona, la Tua vera identità, che puoi essere e agire in modo nuovo.

    Perché la vera libertà è una conquista: la conquista della libertà dalla reattività mentale, quella reattività che ti condanna a vivere una vita che non funziona, che non è quella che vuoi, che è distante anni luce dal Tuo progetto esistenziale: la vita che funziona.


    Ad un certo punto devi compiere un salto, una capriola. Ad un certo punto è necessario che Tu faccia una sintesi. Ad un certo punto è bene fermarti, ascoltarti, prendere nuove decisioni, assumerti la responsabilità di Te stesso.  
    Noi tutti siamo chiamati a fare i conti con il NON amore per noi stessi.
    Il NON amore per te stesso è come un terreno abbandonato da bonificare per poi piantarci un nuovo seme: Lamore come decisione.

     

    Non è possibile conoscere l’Amore come decisione se prima non hai esplorato, attraversato, penetrato consapevolmente tutto il NON amore che sei capace di agire contro te stesso.

    Non è possibile amare te stesso se prima non ti sei concesso la libertà responsabile del NON amarti fino in fondo. E’ solo attraverso la piena consapevolezza del male che puoi fare a te stesso, che puoi fare una sintesi: estrarre l’energia dall’odio per fonderla con l’energia dell’amore. Ed è da questa sintesi, un processo alchemico, che nasce la potenza amorosa.

    Palare di odio, per gli esseri umani è spesso insopportabile, da censurare. Figuriamoci il voler affrontare la questione della capacità di odiare se stessi. In tutta onestà, non conosco altre vie per una reale trasformazione quantica se non quella di confrontarci con questa nostra parte che esiste e agisce nella nostra vita. Come sempre, la consapevolezza è il primo passo.

    Siamo carichi di odio per noi stessi perché non ci accettiamo, << Non sono abbastanza. Non sono bravo. Non merito. Non sono una bella Persona. Non ci riuscirò mai. >>, quante volte hai pensato a te stesso in questi termini? Lo chiami amore per te stesso?

    Come puoi pensare di avere una vita soddisfacente se sei tu il primo giudice di te stesso?

    Magari credi di avere mille validi motivi per non accettarti ed accogliere te stesso.  Ad esempio, puoi non essere stato capace sino ad oggi di avere una relazione felice e stabile, oppure aver fallito nell’ambito lavorativo, economico , o in altre aree della vita.

    Ma, a quale Persona continui a fare del male continuando a non accoglierti?

    Se non risolvi il NON amore per te stesso, significa che non hai intenzione di godere della Bellezza che sei capace di creare.

    Come puoi aspettarti che le cose ti vadano bene, che tu possa prosperare, sentirti bene, avere relazioni stabili e progettuali e realizzare i tuoi sogni in assenza di amore per te stesso?

    Finché continui ad essere prigioniero delle modalità attraverso le NON ti ami, siano esso in forma passiva che in forma attiva, continuerai a produrre sempre gli stessi comportamenti, gli stessi atteggiamenti, gli stessi meccanismi che sino ad oggi hanno creato ciò che non ti soddisfa.

    La prima libertà è quella di non essere condannati a fare sempre le stesse cose, quelle cose che hanno creato ciò che stai vivendo e che genera in te malessere mentale, fisico ed esistenziale.

    Se ti fai del male, questa è una colpa reale, che, se non assunta, mette in circolo altro NON amore per te stesso. Continuerai a NON amare te stesso perché continuerai a farti del male.

    Il giudice implacabile.
    Dentro ognuno di noi c’è un giudice implacabile, spietato verso noi stessi. Il nostro vero e unico nemico capace di condannarci ad una vita che non funziona.
    Se non ti concedi di attraversare consapevolmente e con grande coraggio, il NON amore che hai per te stesso, continuerai a colpirti in mille modi.
    Continuerai a colpirti cacciandoti in guai finanziari, fallendo un nuovo progetto professionale, oppure non godendo dei tuoi successi, o cercando magari una partner assente, oppure ancora creando nel tuo corpo le condizioni favorevoli per un disagio, o attraverso piccoli o grandi incidenti e dipendenze di ogni genere.

    Cosa fare?
    Il NON amore per te è la disperata richiesta d’amore che esprimi malamente.  
    Per trasformare ciò sono necessari vari passaggi. Non è un fatto semplice e neppure immediato. Il primo passo, quello difficilissimo da compiere è proprio quello di riconoscerlo, di entraci in contatto, vederlo chiaramente. Ciò che neghi lo ingigantisci. Ciò che accogli lo puoi trasformare.

    Il perdono è la via.

    Perdonarti ti rende libero. Decidere di perdonare te stesso è il dono d’amore più grande che puoi farti.
    Come perdonarsi non è una ricetta assoluta, non c’è un protocollo da seguire. Perdonarti è una decisione che parte dal cuore. La mente, non ha alcuna volontà di perdonare. Non può esserci perdono mentale.
    Ti invito a svolgere questo esercizio.

    Ogni volta che nella tua vita ci sono fatti che non ti soddisfano, fermati e chiediti:
    “Cos’ho da perdonarmi? quale parte di me chiede di essere riconosciuta, accolta e tra-sformata?”.

    Ti auguro buon viaggio vita!

    Damiano Lazzarano.

lascia un commento

If you want to share your opinion, leave a comment.

Usa HTML questi tag per personalizzare il testo:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong> 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Mary gio says:Reply
    29 Giugno 2018 at 17:56

    È vero Damiano, io non riesco ad amarmi perché non so cosa devo perdonami. Continuo ad essere al ” servizio” di mio figlio pur non volendo. Lui chiama ed io ci sono sempre per lui. Vorrei farlo camminare con le sue gambe, ma…. Cosa devo perdonami? La mancanza del padre morto quando aveva 6 mesi. Non è stata colpa mia. Ha 17 anni, età difficilissima che mi sta mettendo in ginocchio. Devo assolutamente rialzarmi. Grazie Damiano!😉

    • Damiano Lazzarano says:
      2 Luglio 2018 at 13:33

      Prova a fare silenzio. Entra in contatto con il Tuo SÉ e chiedi: ” Quale senso di colpa c’è? Perchè non riesco a perdonarmi? Cosa posso fare per setirmi libera di dire “si” a me stessa?”.
      Auguri!

    • Damiano Lazzarano says:
      1 Agosto 2018 at 10:29

      I figli mettono sempre in-con-tatto con una moltitudine di sensi di colpa.
      Ti mando un abbraccio

  • Claudia says:Reply
    2 Luglio 2018 at 10:17

    Proprio in qs mesi mi sono resa consapevole di odiarmi per tutto quello che non sono riuscita a fare nella vita..tante cose…la mia presa di consapevolezza però mi porta a non capire più che devo fare quasi ad una sorta di rassegnazione…..

    • Damiano Lazzarano says:
      2 Luglio 2018 at 13:31

      Ciao Claudia,
      mi dispiace molto sapere del Tuo attuale stato.
      La Vita non ci mette mai in un dolore senza concederci l’opportunità di estrarne la Bellezza.
      Parti da qui “Proprio in questi mesi mi sono resa consapevole di odiarmi per tutto quello che non sono riuscita a fare nella vita”.
      Penetra l’odio per Te stessa, scendici.Stacci dentro con fiducia e speranza. Da questo starci dentro puoi contattare l’energia per compiere la decisione di amore per Te stessa.
      Ti auguro ogni bene.
      Damiano

    • Damiano Lazzarano says:
      1 Agosto 2018 at 10:30

      Cosa ci stai ricavando? stare nel passato NON risolve, anzi! il passato non lo puoi cambiare ma puoi trasformarlo.
      Un abbraccio

  • Monica says:Reply
    2 Luglio 2018 at 10:43

    Ciao Damiano è vero che tutto il PERDONO è la chiave per guarire dal passato per poter TRASFORMARE in BELLEZZA la nostra vita.
    Io ho cominciato con te da gennaio guarendo dai dolori più attuali ma da circa un mese che stò lavorando con te, sulle ferite profonde dal prenatale che mi hanno causato una confusione esistenziale, che peró giorno dopo giorno lavorandoci mi fà sentire sempre più vuota da un dolore che mi trafiggeva il cuore.
    Vedo che perdonando me stessa sulle cose o pensieri che secondo me sono dannosi per stare bene, ora piano piano si comincia a sentire, vedere e toccare con mano i frutti che stanno maturando dentro e fuori.
    Baci e abbracci DAMIANO spero di essere stata abbastanza chiara. ❤️❤️❤️❤️

    • Damiano Lazzarano says:
      2 Luglio 2018 at 13:27

      Il Perdono è la chiave per accedere all’amore per Te stessa.
      Mi complimento con Te!

  • Mariangela Di Nardo says:Reply
    30 Luglio 2018 at 16:41

    Come sempre grazie 😊 parole che scavano profondamente